17 giugno, 2018
Home / Medicina / Cure

Cure

Acqua nei polmoni, sintomi e rischio di tumore: è grave?

Spesso si sente parlare della cosiddetta acqua nei polmoni dopo accurati esami medici, ma non si hanno poi molteplici dettagli in grado di fornire un’adeguata spiegazione di questa patologia. Quello che comunemente viene proprio chiamato come “acqua”, è in realtà un liquido definito in medicina “pleurale”, e va a riempire le cavità dei polmoni fino a determinarne successivamente anche l’ostruzione con gravi conseguenze se non si interviene in maniera efficiente dal punto di vista medico chirurgico. Alcuni tra i sintomi del versamento pleurale (per approfondire i sintomi dell’acqua nei polmoni si consiglia la guida disponibile su Benessere Donna Online) sono confondibili con dei normalissimi fastidi che si avvisano anche dopo una semplice influenza; impariamo allora a capire come riconoscere questa particolare patologia soffermandoci anche sui rischi verso i quali si va incontro se questa non viene curata come si deve. Come riconoscere i sintomi reali del versamento pleurico (acqua nei …

Continua

Congiuntivite allergica: a Settembre è tutta colpa dell’ambrosia

Aumentano ogni anno gli allergici, soprattutto nelle città per colpa di una pianta poco conosciuta: l’Ambrosia. Ma che cos’è? L’ ambrosia è una pianta infestante appartenente alla famiglia delle ‘asteraceae’: il nome deriva dalla parola greca ἀμβροσία (ambrosia) che indicava il cibo degli dei. Esistono più di trenta varietà di ambrosia al mondo, ciascuno dei quali produce in media fino ad un miliardo di grani di polline. Il motivo principale del costante aumento di allergici è che l’ambrosia cresce sui bordi delle strade e quindi, anche evitando parchi o escursioni nel verde, spesso ci ritroviamo stanze, automobili e uffici invasi dai suoi grani di polline. Evitarla per gli allergici sembra un vero e proprio incubo! Le allergie agli occhi, in particolare, rappresentano una condizione comune a molti che si verifica quando gli occhi reagiscono a sostanze irritanti come ad esempio il polline e le graminacee ma anche polvere e peli …

Continua

Come eliminare i dolori con la magnetoterapia

La magnetoterapia, conosciuta sin dai tempi degli antichi greci, è una disciplina terapeutica che favorisce la rigenerazione dei tessuti e che viene utilizzata dalla medicina ufficiale soprattutto in campo ortopedico e fisioterapico (si pensi, ad esempio, alle fratture lente a guarire). Tuttavia essa risulta essere valida anche per il trattamento di altri tipi di disturbi (cefalee, stress, allergie, dolori post-operatori, insonnia, ecc.) e non presenta particolari controindicazioni. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. La magnetoterapia è utilizzata in una vasta gamma di applicazioni mediche e in particolar modo per lenire la sintomatologia dolorosa delle patologie croniche (artrite, lombalgia, neuropatia diabetica, artrosi, discopatia, ecc.) e per contrastare i dolori determinati da traumi, contusioni e lesioni. La magnetoterapia, infatti, sfruttando gli effetti benefici derivanti dai campi magnetici indotti dalla corrente elettrica, riesce a favorire il processo riparativo dei tessuti. In virtù di questa rigenerazione è possibile alleviare i dolori muscolari e …

Continua

Farmaci per bambini. Quali portare in viaggio

farmaci per Bambini

Il tema dei farmaci da viaggio per i bambini è molto dibattuto, soprattutto tra i neo-genitori che magari si trovano ad affrontare per la prima volta un viaggio con pargoletto al seguito. Se vi è capitato di assistere ad una discussione al riguardo, sicuramente avrete individuato tre tipologie di genitori:Sapere di avere in valigia i [...]

Continua

All’asilo con l’haloterapia, la terapia del sale

Haloterapia il Micino Torino

Avrete sicuramente già sentito parlare dell’haloterapia, una pratica terapeutica per curare ‘in modo naturale’ disturbi dell’apparato respiratorio, molto diffusa negli ultimi anni, che si basa sulla inalazione di vapori concentrati di sodio cloruro, cioè sale. Come funziona esattamente? Si tratta di stanze con pareti e pavimenti interamente ricoperti di salgemma dove, grazie a un diffusore in una delle pareti, si ricreano l’umidità e l’ambiente tipico delle grotte saline. I benefici dello iodio, sono conosciuti fin dall’antichità, ma solo grazie agli studi di un medico polacco, il Dr Felix Boczkowski, condotti a inizio del ‘900, si scoprì che i minatori, pur lavorando all’interno delle miniere di sale, risultavano meno soggetti a malattie respiratorie rispetto al resto della popolazione. A partire da quegli studi è nata la moderna “haloterapia” (da “halos”: in greco= sale): un metodo naturale di trattamento, mediante la semplice inalazione di aerosol salini a secco ed il loro assorbimento mediante la pelle. Oggi, la moderna tecnologia ci …

Continua

Connettis, la soluzione per guarire in maniera naturale

connettivis

Il dottor Antonio Sacchiero, fisioterapista pavese, ha ideato il metodo Connettis dopo lunghi anni di studi sulle più efficaci terapie naturali. Desideroso di trovare una cura in grado di risolvere in maniera definitiva patologie gravi sulle quali i farmaci non facevano alcun effetto, ha messo a punto un percorso terapeutico unico nel suo genere, che applica personalmente nel suo studio milanese frequentato da persone di ogni età (professionisti, sportivi, anziani, adolescenti). Oggi abbiamo deciso di saperne di più facendogli qualche domanda in merito. Negli occhi e nelle parole del dottor Sacchiero si legge entusiasmo ogni volta che parla del suo lavoro. La passione è il miglior modo per avere successo a livello professionale e questo Antonio Sacchiero lo sa, perché del suo lavoro non ha fatto solo una passione ma una vera e propria missione! A questo punto non resta che lasciargli la parola! Dottor Sacchiero, quanto tempo ci ha …

Continua

Sintomi influenza: quali sono?

influenza 2016

Il momento è quello propizio non solo per addobbare le nostre case con alberi e presepi, per pensare a cosa fare per le prossime festività e come trascorrere l’ultimo dell’anno, ma anche per parlare di influenza. Ahinoi, l’influenza non manca mai e possiamo sicuramente dire che non mancherà nemmeno quest’anno. Prima di passare all’analisi dei sintomi influenza, diciamo che il picco per quest’anno è previsto nei primi mesi del 2016 e, come sempre, colpirà più facilmente neonati e bambini sotto i 5 anni, così come gli anziani. I ceppi responsabili dell’influenza 2015/2016 dovrebbero essere – secondo l’OMS – il A/California/7/2009 (H1N1)pdm09-like virus, il  A/Switzerland/9715293/2013 (H3N2)-like virus; e il B/Phuket/3073/2013-like virus. Secondo gli esperti, il miglior modo per non ammalarsi sarebbe sottoporsi al vaccino anti influenzale. Ancora prima della manifestazione dei sintomi influenza, si può essere contagiosi: infatti, si è contagiosi a partire dal giorno antecedente la comparsa dei sintomi e fino …

Continua

#fatelevedere, l’invito alla prevenzione della LILT

fiocco-rosa

CHE COS’È #FATELEVEDERE? È il nuovo progetto Nastro Rosa della LILT di Milano per la prevenzione del tumore al seno. È un invito a tutte le donne, a farsi vedere, senza timore. In occasione della Campagna Nastro Rosa della Lega Italiana Lotta Tumori, dedicata alla diagnosi precoce del tumore al seno e attiva per tutto il mese di ottobre, è stata allestita #FATELEVEDERE, una mostra itinerante che sta attraversando diversi ospedali milanesi per sensibilizzare la popolazione femminile sulla cultura della prevenzione e della diagnosi precoce, ed è attualmente ospitata all’Humanitas dal 19 al 30 ottobre. L’invito è quello di fare i controlli periodici fondamentali per arrivare prima e in tempo. La stessa struttura ha offerto visite gratuite con specialisti della Breast Unit, riscontrando un’elevata adesione da parte che ha portato esaurimento delle prenotazioni per l’intero periodo dell’iniziativa. Nel progetto di sensibilizzazione è stata realizzata anche la web app fatelevedere.it, con …

Continua

SALUTE: ADDIO ALL’ESTATE MA ATTENZIONE AI DANNI SULLA PELLE

Roma, 22 settembre 2015. Quella estiva sarà anche chiamata “la bella stagione”, ma non certo per la pelle: l’esposizione ai raggi solari la invecchia precocemente facilitando la comparsa di numerosi inestetismi per non parlare di patologie più serie come i tumori cutanei. Cosa fare per correre ai ripari dopo un’estate “a tutto mare”? Secondo la dottoressa Maria Grazia Caputo, medico estetico con una lunga esperienza nell’ambulatorio di medicina estetica dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma: “l’esposizione al sole, soprattutto senza adeguati filtri protettivi, è alla base del cosiddetto photoaging o invecchiamento fotoindotto, caratterizzato da un’eccessiva formazione di radicali liberi e da alterazioni della produzione di collagene ed elastina che sono alla base della comparsa di rughe, modificazioni della pigmentazione cutanea (discromie o macchie), ispessimento della pelle (ipercheratosi), teleangectasie”. Le ore passate sotto al sole questa estate possono aver eccessivamente reso la cute particolarmente disidratata e “per compensare, almeno in parte, la secchezza …

Continua

Procreazione assistita, scoperta una proteina che predice la possibilità di gravidanza

Procreazione assistita

Al recente congresso Eshre il centro per la fertilità ProCrea ha presentato uno studio sull’sHLA-G: livelli alti sono correlati con il successo delle terapie Individuata una proteina capace di indicare il possibile successo di una terapia di procreazione assistita nelle donne con problemi di infertilità. A questa conclusione è arrivato lo studio condotto dal laboratorio di genetica molecolare del centro per la fertilità ProCrea di Lugano in collaborazione con l’università di Ferrara. Lo studio è stato presentato nei giorni scorsi a Lisbona nel corso del 31esimo congresso Eshre (European Society of Human Reproduction Embryology). «Abbiamo riscontrato una correlazione tra livelli elevati della proteina sHLA-G e il successo della terapia, quindi la gravidanza, nelle donne sottoposte a un trattamento di inseminazione artificiale», spiega Giuditta Filippini direttore del laboratorio di ProCreaLab che ha condotto lo studio con Michael Jemec ginecologo del centro ProCrea e Roberta Rizzo ricercatrice del dipartimento di Scienze mediche …

Continua