17 giugno, 2018
Home / Medicina / Chirurgia

Chirurgia

Come curare le emorroidi: tutto quello che c’è da sapere

Come curare le emorroidi: tutto quello che c’è da sapere

Le emorroidi sono dovute al dilatarsi delle vene presenti nella regione anale, che formano una varice, causando spesso infiammazione, dolore e fastidio. E’ un fenomeno molto diffuso, con una maggiore incidenza in alcuni soggetti particolari, quali possono essere le donne in gravidanza, le persone che hanno problemi ad evacuare, che seguono un’alimentazione non corretta o con una certa predisposizione verso questo tipo di problema. Le principali cause delle emorroidi Si tratta di una patologia molto diffusa, che colpisce indistintamente uomini e donne, anche se le donne sono leggermente più predisposte per via degli sbalzi ormonali e della gravidanza. L’età in cui si presentano con maggiore frequenza è dai 40 / 50 anni in avanti, i fattori di predisposizione sono soprattutto i disturbi intestinali, con stitichezza e diarrea frequenti, l’uso esagerato di lassativi, la sedentarietà, l’alimentazione troppo ricca di cibi grassi e piccanti, l’abuso di alcolici, il fumo, ma anche una …

Continua

Chirurgia maxillo facciale: il post operatorio

Le indicazioni terapeutiche degli interventi di chirurgia maxillo facciale sono numerose: questa particolare branca della medicina si occupa del trattamento di tutte le patologie e i disturbi a carico dei tessuti molli e dei tessuti ossei del viso. Il chirurgo maxillo facciale è, per molti versi, una figura di congiunzione tra il medico chirurgo e lo specialista in odontoiatria, dal momento che spesso la sua opera è richiesta per il ripristino di una corretta occlusione attraverso il riposizionamento di mandibola e mascella, a volte in combinazione con una terapia ortodontica. I campi di applicazione della chirurgia maxillo facciale spaziano dalla correzione di difetti ossei che impediscono una corretta masticazione o respirazione, fino al trattamento di problemi non prettamente funzionali, ma estetici, come le asimmetrie del viso. Tali condizioni possono essere congenite oppure esito di patologie o eventi traumatici. In ogni caso, per ripristinare la completa funzionalità dell’apparato stomatognatico e migliorare …

Continua

Bellezza, le 5 cose che non sapete per avere delle labbra carnose

Labbra carnose? Con gli iniettabili di nuova generazione è possibile ottenere risultati duraturi e naturali. «Attenzione ai filler permanenti: anche se si parla spesso di celebrità che hanno deciso di “sgonfiarsi”, in realtà rimuoverli è un’operazione molto complicata» avvertono i medici di ChirurgiadellaBellezza Sono sempre di più gli italiani che si ritoccano per avere le labbra carnose. Le tecniche per aumentarne il volume non mancano e si va da quelle che hanno un effetto limitato nel tempo, con la medicina estetica, alle soluzioni chirurgiche permanenti. Di alternative, e di possibili conseguenze, ne ha parlato Raffaele Rauso, chirurgo plastico di ChirurgiadellaBellezza insieme con Pierfrancesco Bove, ad Agorà, congresso di medicina estetica organizzato nei giorni scorsi a Milano. Ecco quindi alcune cose poco conosciute sull’aumento della labbra. 1) Sono oggi disponibili iniettabili che permettono di ottenere risultati duraturi (fino a un anno e mezzo) e naturali. «I filler riassorbibili sono la soluzione più …

Continua

Interventi di chirurgia estetica convenzionati: ecco i mutuabili

interventi di chirurgia estetica

A differenza di quanto si pensi abitualmente, la chirurgia estetica non è più un privilegio per pochi facoltosi. E questo sia perché l’evolversi delle tecniche utilizzate, sempre più sicure e affidabili, hanno permesso nel tempo di abbattere i costi rendendo questi interventi sempre più accessibili, sia perché diversi interventi di chirurgia estetica sono oggi convenzionate dal sistema sanitario nazionale e, quindi, interamente mutuabili. Ma quali sono esattamente questi interventi convenzionati? A fare la differenza non è solo il tipo di intervento, ma soprattutto la motivazione che spinge un paziente a decidere di operarsi. In sostanza, se dietro alla ragione puramente estetica c’è anche un problema funzionale e meccanico per la persona, allora è possibile valutare l’ipotesi di richiedere la convenzione. A patto, naturalmente, che ci siano determinati requisiti. Il Servizio Sanitario Nazionale offre, infatti, il proprio sostegno ai cittadini che soffrono di alcune particolari patologie e che, quindi, hanno bisogno …

Continua

Chirurgia plastica: è Eugenio Gandolfi il nuovo presidente Aicpe

Eugenio Gandolfi nuovo presidente aicpe

Etica, solidarietà e organizzazione. Sono queste le parole d’ordine di Eugenio Gandolfi, il nuovo presidente dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), una delle tre più grandi associazioni di chirurghi plastici estetici d’Europa, eletto nel corso del Congresso nazionale, che si è tenuto a Firenze dal 17 al 20 marzo. «È un onore per me essere stato eletto presidente di questa associazione di cui sono stato tra i fondatori, cinque anni fa – ha affermato Gandolfi -. Aicpe è nata da un sogno, quello di riunire i professionisti che si occupano del lato estetico della chirurgia. Troppo spesso il ruolo del chirurgo plastico sembra essere quello del “divo” inavvicinabile e distante dalle pazienti, interessato solo al profitto, mentre moltissimi professionisti, la stragrande maggioranza, svolgono il proprio lavoro con professionalità e coscienza. Il quarto congresso Aicpe che si è svolto a Firenze, a cui hanno partecipato 300 professionisti anche stranieri, è servito proprio …

Continua

Il silicone liquido nella labbra può sfigurare una persona. Ecco come rimediare

Silicone liquido chirurgia estetica

La storia di Giovanna Mele, trentenne di Napoli: «Un medico mi aveva iniettato silicone liquido ed ero sfigurata. In 8 anni ho consultato una decina di medici e fatto tre interventi: poi ho incontrato Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove di ChirurgiadellaBellezza, che mi hanno restituito il sorriso»   Il caso più famoso è quello di Alba Parietti, poi ci sono quelli raccontati da trasmissioni televisive come Report, Le Iene, Mattino 5 e ancora molti altri che restano lontani dai riflettori. Nonostante sia vietato in Italia dal 1992, il silicone liquido continua a essere utilizzato da medici senza scrupoli che lo iniettano nelle labbra a pazienti inconsapevoli, trasformando così il sogno di avere labbra più carnose in un incubo: «Nel migliore dei casi il silicone liquido produce risultati eccessivi e poco naturali, ma spesso può causare, subito o a distanza di anni, granulomi o infezioni» spiegano Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove …

Continua

Orecchie a sventola, addio per sempre: ecco l’intervento che risolve in modo definitivo l’inestetismo

orecchio

Oltre 10mila le operazioni eseguite in un anno in Italia. «La tecnica più utilizzata, quella con fili di sutura non riassorbibili, richiede un ritocchino successivo, come nel caso della presunta otoplastica di Stefano De Martino, marito di Belen Rodriguez. Il rimodellamento della cartilagine invece è definitivo» dicono i chirurghi plastici della clinica Villa Bella a Salò (Brescia). Sono circa 10mila gli interventi eseguiti ogni anno in Italia per correggere le cosiddette “orecchie a sventola”, ossia i padiglioni auricolari prominenti (dati Aicpe 2014). Per molti di questi è però necessario un ritocco a distanza di anni, in quanto sono realizzati con la tecnica tradizionale. Esiste però un intervento alternativo che è definitivo: per eseguirlo è necessaria più esperienza, ma i risultativi sono ottimali e duraturi. «Spesso il paziente non ha la consapevolezza che ESISTONO PIÙ MODI PER ESEGUIRE L’OTOPLASTICA e si dà quasi per scontato CHE UN SECONDO RITOCCHINO SIA INEVITABILE: …

Continua

Chirurgia plastica umanitaria: «La mia prima volta in Africa come volontaria»

africa

Paola Emiliozzi, chirurgo plastico di Civitanova Marche e Rimini, è stata in Togo con una missione di Aicpe Onlus: «Oltre 40 interventi in 10 giorni: è stata una gioiosa fatica. Colpita dalla dignità delle persone»   Oltre 40 interventi eseguiti in 10 giorni, compresi i festivi, senza interruzione. È stato il lavoro dell’èquipe di AicpeOnlus che si è recata a maggio all’ospedale Saint Jean de Dieu di Afagnan, in Togo nell’ambito del “Progetto di chirurgia plastica umanitaria nei paesi in via di sviluppo. Il gruppo era composto dai chirurghi plastici Claudio Bernardi, romano, presidente di Aicpe Onlus, Carlo Carusi, 32enne di Celano (L’Aquila) e Paola Emiliozzi di Rimini, alla sua prima esperienza in missione. Mamma di due ragazzi di 16 e 18 anni, Emiliozzi lavora come chirurgo plastico a Rimini e Civitanova Marche. «Pur essendo impegnata da anni con il volontariato, non avevo mai partecipato a una missione umanitaria – …

Continua

Chirurgia plastica nel mondo, i Paesi asiatici entrano nella top five

top five chirurgia plastica

Indagine Isaps (International Society of Aesthetic Plastic Surgery): cresce la presenza maschile. Blefaroplastica, seno e liposuzione gli interventi più richiesti. Aicpe: «L’Italia rimane un punto di riferimento»   I Paesi asiatici entrano nella top five mondiale e crescono gli uomini che fanno ricorso a trattamenti estetici. Sono questi i principali dati che emergono dal sondaggio condotto dalla International Society of Aesthetic Plastic Surgery (Isaps), la più grande associazione al mondo di chirurghi plastici estetici, che anche quest’anno ha realizzato un’indagine sui principali trattamenti chirurgici e non chirurgici realizzati nel 2014. «I dati Isaps sono i più completi a disposizione nel campo della chirurgia e della medicina estetica», spiega Gianluca Campiglio, segretario mondiale dell’Isaps e consigliere Aicpe – l’associazione italiana di Chirurgia Plastica Estetica affiliata all’Isaps. «Pur con tutti i limiti che una ricerca a così ampia scala può avere, questi dati sono senza dubbio uno strumento importante per capire quello che …

Continua

Labbra, tutte le vogliono come Ilary Blasi

ilary blasi

Le cose da sapere per evitare o rimediare all’effetto canotto Le richieste spesso si ispirano alle celebrità, ma ogni intervento dev’essere studiato per rispettare l’armonia del volto. Se ne è parlato al congresso della Fime (Federazione Italiana Medici Estetici) “Le labbra dalla A alla Z” presieduto da Raffaele Rauso dell’equipe di Chirurgia della Bellezza «Per rimodellare le labbra in modo sicuro ed efficace bene i filler riassorbibili e le protesi. Ma rivolgetevi sempre a un medico specialista in chirurgia plastica o medicina estetica»   Le labbra sono spesso protagoniste dei più visibili “abusi” in campo estetico. Rappresentano una parte fondamentale del volto, la più espressiva e sensuale, e sono sempre in movimento: ecco perché un intervento sbagliato può compromettere l’intera armonia del viso. Se ne è parlato al congresso “Le labbra dalla A alla Z” organizzato dalla Fime (Federazione Italiana Medici Estetici) che si è svolto a Roma. «Le pazienti …

Continua