23 giugno, 2018
Home / Medicina / Dipendenze

Dipendenze

S.O.S diabete, e tu che app usi?

insulina

In Italia una persona ogni 12 è affetta da diabete e studi hanno dimostrato essere una delle patologie che ha i maggiori tassi di crescita (solo nel nostro Paese sono circa 5 milioni). Al Sud e nelle isole l’incidenza del diabete è più presente, ad esempio, la Sicilia è la regione che più di tutte consuma farmaci antidiabetici, seguita dal centro e dal Nord (Fonte Istat). Il diabete è una delle malattie che incide più frequentemente nella vita di milioni di famiglie e, economicamente, sul sistema sanitario regionale. Si stima inoltre che più di un milione e mezzo di individui potrebbe esserne affetto senza saperlo, naturale conseguenza di una prevenzione non adeguata. Il diabete infatti è uno dei problemi più urgenti nei Paesi sviluppati e in via di sviluppo, complice di questo progressivo aumento sono le mutate e non più corrette abitudini di vita e di alimentazione. Chi deve fare …

Continua

Quando il cibo è espressione del nostro disagio diventa patologia

“La realtà diventa priva di speranza, non ci piacciamo, non riusciamo a cambiare in modo positivo, il nostro rapporto con il cibo muta fino a diventare patologia – spiega lo psicoterapeuta Giovanni Porta – Guarire si può ma occorre capire da quale disagio ha origine il disturbo e imparare a farvi fronte in maniera costruttiva” E’ capitato a tutti di rifiutare il cibo perché si è arrabbiati, si vive un momento di stress, per aiutarci a superare una situazione difficile. E’ normale, ma quando questi comportamenti divengono abituali sorgono problemi seri. Lo psicoterapeuta Giovanni Porta, proprio in occasione della giornata mondiale dell’alimentazione, ci spiega a cosa prestare attenzione in casa con noi stessi e con i nostri figli. Il periodo di più frequente insorgenza di anoressia, bulimia e abbuffate incontrollate (binge eating) si situa in età adolescenziale, momento in cui il rapporto con la famiglia conosce una profonda trasformazione, che …

Continua

Come fare a smettere di fumare

fumo smettere

Come si  fa a smettere di fumare? I metodi, più o meno efficaci, sono tantissimi: “semplice” forza di volontà, imposizione per problemi di salute, cerotti alla nicotina, gomme da masticare, farmaci, fitoterapia, persino l’ipnosi. Soprattutto negli ultimi anni e sul Web, si sono diffusi a macchia d’olio consigli e rimedi pratici per appendere la sigaretta al chiodo, eppure la percentuale di fumatori in tutta Europa rimane ancora molto alta. Si stima infatti che circa il 28% dei cittadini europei fuma regolarmente e molti continuano a soffrire e morire di patologie strettamente legate alla dipendenza dal tabacco: 13 milioni di persone soffrono di una o più delle principali categorie di malattie associate al fumo (bronchiti, malattie polmonari croniche, infarto, cardiopatie, ostruzioni arteriose alle gambe, asma, cancri del polmone). Uno degli obiettivi primari delle politiche contro il tabagismo consiste quindi nell’aiutare la gente a smettere di fumare e nel proteggere la popolazione …

Continua