15 Dicembre, 2018

Farmaci

Congiuntivite allergica: a Settembre è tutta colpa dell’ambrosia

Aumentano ogni anno gli allergici, soprattutto nelle città per colpa di una pianta poco conosciuta: l’Ambrosia. Ma che cos’è? L’ ambrosia è una pianta infestante appartenente alla famiglia delle ‘asteraceae’: il nome deriva dalla parola greca ἀμβροσία (ambrosia) che indicava il cibo degli dei. Esistono più di trenta varietà di ambrosia al mondo, ciascuno dei quali produce in media fino ad un miliardo di grani di polline. Il motivo principale del costante aumento di allergici è che l’ambrosia cresce sui bordi delle strade e quindi, anche evitando parchi o escursioni nel verde, spesso ci ritroviamo stanze, automobili e uffici invasi …

Continua

S.O.S diabete, e tu che app usi?

insulina

In Italia una persona ogni 12 è affetta da diabete e studi hanno dimostrato essere una delle patologie che ha i maggiori tassi di crescita (solo nel nostro Paese sono circa 5 milioni). Al Sud e nelle isole l’incidenza del diabete è più presente, ad esempio, la Sicilia è la regione che più di tutte consuma farmaci antidiabetici, seguita dal centro e dal Nord (Fonte Istat). Il diabete è una delle malattie che incide più frequentemente nella vita di milioni di famiglie e, economicamente, sul sistema sanitario regionale. Si stima inoltre che più di un milione e mezzo di individui …

Continua

Cosa devi sapere quando assumi i medicinali omeopatici

I medicinali omeopatici si dividono in tre categorie: globuli, granuli, gocce. Affinché il trattamento omeopatico abbia successo è importante prestare attenzione ad alcuni accorgimenti 1 – Assumere i medicinali lontano dai pasti o comunque assicurasi di non aver mangiato qualcosa nell’ultima ora o aver bevuto sostanze zuccherate. Aspettare mezzora prima di mangiare. 2- Mai toccare granuli e globuli con le mani, ma rovesciarli direttamente in bocca, sotto la lingua, dal tappo del tubetto. 3 – Non masticare i granuli e i globuli ma lasciare che si sciolgano. Se si tratta di gocce trattenerle per qualche secondo in bocca prima di …

Continua

Riconoscere le infezioni degli occhi: congiuntiviti, blefariti e orzaioli

orzaiolo

Gli occhi sono una delle parti più delicate del nostro corpo e possono per questo essere colpiti da diversi fattori che causano patologie più o meno gravi come ad esempio congiuntiviti, blefariti, orzaiolo, affezioni del globo oculare e della palpebra. Tutti queste infezioni dovute a batteri, allergie o corpi esterni, possono essere curate inizialmente con impacchi di acqua calda, te verde o camomilla, ma per assicurarsi una pronta guarigione consigliamo l’utilizzo di medicinali omeopatici (Belladonna, Pulsatilla, Calendula) e di colliri antibatterici e antivirali che svolgono un’azione mirata. Vediamo nel dettaglio le infezioni degli occhi più diffuse e come riconoscerle. Congiuntivite: è …

Continua

Riposo e ghiaccio spray per la “storta” alla caviglia

“Ahi! Ho preso una storta…” Basta un movimento errato mentre saliamo le scale, camminare su un terreno irregolare con i tacchi alti o più comunemente facendo sport. Gli sport dove questo trauma è più frequente, in ordine crescente, sono: pallavolo (56%), basket (55%), calcio (51%)e la corsa (40%).  La distorsione alla caviglia è il più frequente trauma muscolo-scheletrico dell’arto inferiore. Si verifica quando questa si piega improvvisamente e ruota oltre i suoi movimenti normali, provocando dolore e gonfiore. La distorsione alla caviglia generalmente è una lesione in inversione, cioè il piede si piega verso l’interno. Per chi ha l’arco plantare alto …

Continua

Sudorazione eccessiva: è un problema per il 4% della popolazione

sudorazione eccessiva

Anche un gesto semplice come stringere la mano diventa imbarazzante. E in estate la situazione peggiora. «L’iperidrosi è un disturbo di cui spesso non si parla, ma che si può risolvere con delle semplici iniezioni di tossina botulinica. Bastano delle sedute di 15 minuti per cambiare in meglio la vita», dice Giuseppe Sito vicepresidente di Aiteb  Stringere la mano diventa un incubo, così come togliersi la giacca o sfilarsi le scarpe. E la situazione peggiora, notevolmente, con l’estate. Sono le persone colpite da iperidrosi, una forma di sudorazione eccessiva che interessa, secondo le statistiche, il 4% della popolazione. «Chi soffre …

Continua