16 agosto, 2018
Home / Medicina / News Mediche

News Mediche

Congiuntivite allergica: a Settembre è tutta colpa dell’ambrosia

Aumentano ogni anno gli allergici, soprattutto nelle città per colpa di una pianta poco conosciuta: l’Ambrosia. Ma che cos’è? L’ ambrosia è una pianta infestante appartenente alla famiglia delle ‘asteraceae’: il nome deriva dalla parola greca ἀμβροσία (ambrosia) che indicava il cibo degli dei. Esistono più di trenta varietà di ambrosia al mondo, ciascuno dei quali produce in media fino ad un miliardo di grani di polline. Il motivo principale del costante aumento di allergici è che l’ambrosia cresce sui bordi delle strade e quindi, anche evitando parchi o escursioni nel verde, spesso ci ritroviamo stanze, automobili e uffici invasi dai suoi grani di polline. Evitarla per gli allergici sembra un vero e proprio incubo! Le allergie agli occhi, in particolare, rappresentano una condizione comune a molti che si verifica quando gli occhi reagiscono a sostanze irritanti come ad esempio il polline e le graminacee ma anche polvere e peli …

Continua

Diagnosi prenatale: a cosa serve il test Aurora?

Diagnosi prenatale

A differenza di altri esami prenatali quali la villocentesi o amniocentesi, (per citarne alcuni noti), il test Aurora è un controllo del tutto non invasivo sulle caratteristiche del feto. La rilevante particolarità di non essere per nulla invasivo lo rendono ovviamente un esame che non comporta alcun pericolo ne per la mamma ne per il futuro nascituro. Il tutto si basa su di un comune esame del sangue di una donna che sia incinta di almeno due mesi e mezzo, (il prelievo è di 10ml quindi abbastanza insignificante come quantità di sangue che viene tolto), anche se definirlo un comune esame del sangue è decisamente riduttivo dato che questo esame viene poi sottoposto a tecniche e apparecchiature più che all’avanguardia. Queste sono specifiche per la bioinformatica (macchinari appositamente costruiti per questi scopi negli USA), dedicate nello specifico a verificare se sono presenti nel feto delle anomalie di vario tipo nel …

Continua

Chirurgia plastica: è Eugenio Gandolfi il nuovo presidente Aicpe

Eugenio Gandolfi nuovo presidente aicpe

Etica, solidarietà e organizzazione. Sono queste le parole d’ordine di Eugenio Gandolfi, il nuovo presidente dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe), una delle tre più grandi associazioni di chirurghi plastici estetici d’Europa, eletto nel corso del Congresso nazionale, che si è tenuto a Firenze dal 17 al 20 marzo. «È un onore per me essere stato eletto presidente di questa associazione di cui sono stato tra i fondatori, cinque anni fa – ha affermato Gandolfi -. Aicpe è nata da un sogno, quello di riunire i professionisti che si occupano del lato estetico della chirurgia. Troppo spesso il ruolo del chirurgo plastico sembra essere quello del “divo” inavvicinabile e distante dalle pazienti, interessato solo al profitto, mentre moltissimi professionisti, la stragrande maggioranza, svolgono il proprio lavoro con professionalità e coscienza. Il quarto congresso Aicpe che si è svolto a Firenze, a cui hanno partecipato 300 professionisti anche stranieri, è servito proprio …

Continua

Assistenza ospedaliera: tutto l’aiuto necessario per i vostri cari

assistenza ospedaliera

Facilitare l’assistenza ospedaliera per la degenza dei propri cari all’interno di una struttura ospedaliera può risultare molto difficoltoso sia per un discorso organizzativo che per questioni di tempo. Sempre più famiglie decidono di fare affidamento e di rivolgersi ad un assistente qualificato che possa concretamente essere d’aiuto all’assistito, che integri cure ed attenzioni a quelle familiari. Abbiamo chiesto a Giovanna Polizzi responsabile di AF Centro servizi di Torino di elencarci cos’è necessario aspettarsi quando si cerca e si valuta un buon servizio di assistenza ospedaliera. “Il primo punto da tenere in considerazione è che il paziente sia seguito da personale con esperienza pluriennale nel settore, in regola e che sia altamente preparato e qualificato per ogni tipo esigenza. L’assistenza di un professionista che segue il malato nel periodo di riabilitazione di cura rappresenta un importante sostegno pratico e psicologico sia per le famiglie che per gli assistiti.” “In secondo luogo …

Continua

All’asilo con l’haloterapia, la terapia del sale

Haloterapia il Micino Torino

Avrete sicuramente già sentito parlare dell’haloterapia, una pratica terapeutica per curare ‘in modo naturale’ disturbi dell’apparato respiratorio, molto diffusa negli ultimi anni, che si basa sulla inalazione di vapori concentrati di sodio cloruro, cioè sale. Come funziona esattamente? Si tratta di stanze con pareti e pavimenti interamente ricoperti di salgemma dove, grazie a un diffusore in una delle pareti, si ricreano l’umidità e l’ambiente tipico delle grotte saline. I benefici dello iodio, sono conosciuti fin dall’antichità, ma solo grazie agli studi di un medico polacco, il Dr Felix Boczkowski, condotti a inizio del ‘900, si scoprì che i minatori, pur lavorando all’interno delle miniere di sale, risultavano meno soggetti a malattie respiratorie rispetto al resto della popolazione. A partire da quegli studi è nata la moderna “haloterapia” (da “halos”: in greco= sale): un metodo naturale di trattamento, mediante la semplice inalazione di aerosol salini a secco ed il loro assorbimento mediante la pelle. Oggi, la moderna tecnologia ci …

Continua

Connettis, la soluzione per guarire in maniera naturale

connettivis

Il dottor Antonio Sacchiero, fisioterapista pavese, ha ideato il metodo Connettis dopo lunghi anni di studi sulle più efficaci terapie naturali. Desideroso di trovare una cura in grado di risolvere in maniera definitiva patologie gravi sulle quali i farmaci non facevano alcun effetto, ha messo a punto un percorso terapeutico unico nel suo genere, che applica personalmente nel suo studio milanese frequentato da persone di ogni età (professionisti, sportivi, anziani, adolescenti). Oggi abbiamo deciso di saperne di più facendogli qualche domanda in merito. Negli occhi e nelle parole del dottor Sacchiero si legge entusiasmo ogni volta che parla del suo lavoro. La passione è il miglior modo per avere successo a livello professionale e questo Antonio Sacchiero lo sa, perché del suo lavoro non ha fatto solo una passione ma una vera e propria missione! A questo punto non resta che lasciargli la parola! Dottor Sacchiero, quanto tempo ci ha …

Continua

Orecchie a sventola, addio per sempre: ecco l’intervento che risolve in modo definitivo l’inestetismo

orecchio

Oltre 10mila le operazioni eseguite in un anno in Italia. «La tecnica più utilizzata, quella con fili di sutura non riassorbibili, richiede un ritocchino successivo, come nel caso della presunta otoplastica di Stefano De Martino, marito di Belen Rodriguez. Il rimodellamento della cartilagine invece è definitivo» dicono i chirurghi plastici della clinica Villa Bella a Salò (Brescia). Sono circa 10mila gli interventi eseguiti ogni anno in Italia per correggere le cosiddette “orecchie a sventola”, ossia i padiglioni auricolari prominenti (dati Aicpe 2014). Per molti di questi è però necessario un ritocco a distanza di anni, in quanto sono realizzati con la tecnica tradizionale. Esiste però un intervento alternativo che è definitivo: per eseguirlo è necessaria più esperienza, ma i risultativi sono ottimali e duraturi. «Spesso il paziente non ha la consapevolezza che ESISTONO PIÙ MODI PER ESEGUIRE L’OTOPLASTICA e si dà quasi per scontato CHE UN SECONDO RITOCCHINO SIA INEVITABILE: …

Continua

Vitamina D, come superare la carenza

vitamina D

Per ossa sane e muscoli tonici è essenziale la vitamina D. Una sua carenza porta, infatti, problemi al sistema osseo e non soltanto. Con un semplice esame del sangue è possibile sapere se il valore posseduto rientra nella norma, se c’è un’insufficienza o tossicità (livelli elevati). Il prelievo per stabilire i valori di vitamina D è consigliato a pazienti che presentano un disturbo nel metabolismo del calcio, indipendentemente dall’età. Quindi non soltanto anziani e donne in menopausa, a rischio osteoporosi, ma anche donne in gravidanza, bambini e chi ha patologie legate a reni e tiroide. La vitamina D si trova in diversi alimenti ed è anche prodotta dalla nostra pelle per mezzo dell’esposizione al sole. Per aumentare e mantenere livelli normali di vitamina D è importante, quindi, osservare uno stile di vita che tenga conto di questi due fattori. Tra i cibi con buona fonte di vitamina D ci sono …

Continua

La scienza va all’origine della vita: rivelato lo start-up genetico di un embrione

ricerca

ProCrea: «Si aprono nuove prospettive per curare l’infertilità» Per la prima volta mappati tutti i geni che si attivano in un ovulo umano nei primi giorni dopo la fecondazione. Pubblicato sulla rivista Nature lo studio condotto dal centro per medicina della riproduzione ProCrea di Lugano, dall’università di Ginevra e dall’istituto svedese Karolinska   Cosa succede dopo la fecondazione di un ovulo? Quali sono i primi geni a svilupparsi? È stato pubblicato sulla rivista Nature lo studio internazionale che per la prima volta ha mappato tutti i geni che si attivano in un ovulo umano nei primi giorni dopo la fecondazione. La collaborazione tra il laboratorio di genetica molecolare ProCreaLab del centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano e dell’università di Ginevra sotto la giuda dello svedese Karolinska Institutet, una delle più importanti istituzioni di educazione universitaria di medicina al mondo, potrebbe aprire nuove prospettive nella soluzione dei problemi di …

Continua

La giovinezza si riacquista anche dalle mani

mani giovinezza

E’ notorio che siano le mani a rivelare l’età di una donna: con l’avanzare degli anni, la pelle si assottiglia, perde elasticità e fanno la loro comparsa le macchie. Fino ad ora ci si preoccupava di preservare il viso con trattamenti ed interventi mirati a migliorare l’aspetto esteriore di occhi, labbra, naso, zigomi. Oggi si scopre l’importanza di curare anche una parte del corpo che una volta veniva poco considerata: la mano. “Soprattutto quando il viso, grazie alle cure del medico estetico, non è ancora segnato e i suoi contorni sono ben definiti, il confronto con una mano che dimostra “in toto” la sua età è ancora più stridente”, conferma la dottoressa Maria Grazia Caputo, medico estetico con una lunga esperienza in un noto ospedale della capitale. “L’attenzione di chi guarda non può non focalizzarsi sulle mani e il paragone rischia di diventare impietoso“. Cosa fare allora per cercare di …

Continua