22 settembre, 2018
Home / Bellezza e Benessere / Benessere / Diagnosi prenatale: a cosa serve il test Aurora?
Diagnosi prenatale

Diagnosi prenatale: a cosa serve il test Aurora?

A differenza di altri esami prenatali quali la villocentesi o amniocentesi, (per citarne alcuni noti), il test Aurora è un controllo del tutto non invasivo sulle caratteristiche del feto.

La rilevante particolarità di non essere per nulla invasivo lo rendono ovviamente un esame che non comporta alcun pericolo ne per la mamma ne per il futuro nascituro.
Il tutto si basa su di un comune esame del sangue di una donna che sia incinta di almeno due mesi e mezzo, (il prelievo è di 10ml quindi abbastanza insignificante come quantità di sangue che viene tolto), anche se definirlo un comune esame del sangue è decisamente riduttivo dato che questo esame viene poi sottoposto a tecniche e apparecchiature più che all’avanguardia.
Queste sono specifiche per la bioinformatica (macchinari appositamente costruiti per questi scopi negli USA), dedicate nello specifico a verificare se sono presenti nel feto delle anomalie di vario tipo nel suo corredo cromosomico (vai tipi di sindromi), oltre, volendo, a stabilire di che sesso sarà il futuro bambino.
Sottolineiamo che il test Aurora oltre al pregio di non essere invasivo, è molto preciso (raggiunge un livello di precisione quasi pari al 100%) è ovviamente molto veloce anche nel fornire gli esiti (non oltre una settimana).

Diagnosi prenatale

Elogiare le caratteristiche del test Aurora

Sempre per elogiare la caratteristica di non essere invasivo a differenza di altri test, la sua stessa particolarità lo rende assolutamente definitivamente e totalmente privo di alcun pericolo di aborto per la donna incinta che si sottopone all’esame, e nonostante esistano anche altri test diagnostici prenatali non invasivi, il test denominato Aurora brilla tra questi per i suoi livelli di precisione detti in precedenza; altri test non danno l’affidabilità e la certezza che esso fornisce.

Per continuare a lodarlo, facciamo notare che altri esami diagnostici prenatali effettuati su embrioni, debbano, a volte, essere ripetuti, con conseguente disagio nella persona esaminata e anche di conseguenza con un ritardo nella consegna degli esiti, cosa che può non far piacere.
Le possibilità che ci siano dei risultati di esami che non sono affidabili è dello 0,1%, un numero decisamente più che basso, pertanto per reiterare i concetti detti prima, quanti esami diagnostici prenatali hanno queste caratteristiche di affidabilità?
Tra l’altro per aumentare ancora il valore del test Aurora specifichiamo che in Italia i migliori laboratori del campo, offrono anche tante altre opzioni di valore aggiunto al test stesso, tipo consulenze con specialisti prima e dopo questo test, assistenza alla persona esaminata con specialisti in genetica.
Questi sono alcuni dei servizi aggiunti forniti da laboratori non è detto che tutti lo facciano, ma basta informarsi in precedenza.

Consigliato

Raffreddore? Curiamoci con rimedi naturali

Raffreddore? Curiamoci con rimedi naturali

Nei mesi freddi dell’anno, la colpa è delle temperature che si abbassano e dei primi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.