16 agosto, 2018
Home / Medicina / Corpo / Pelle / Ittiosi: la detersione quotidiana è fondamentale
Ittiosi: la detersione quotidiana è fondamentale

Ittiosi: la detersione quotidiana è fondamentale

Con il termine ittiosi si fa riferimento a un gruppo di malattie della pelle che si verificano fin dalla nascita o compaiono, nei primi mesi di vita, sono ereditarie e si manifestano poi per tutta la vita.

Le ittiosi sono un disturbo della cheratizzazione della pelle che appare ispessita, screpolata e ricoperta di squame.

Il suo nome, infatti, fa riferimento alla tipica pelle a squame dei pesci.

Solitamente, le ittiosi hanno origine genetica, ma vi sono anche alcune forme acquisite che, però, sono spesso associate a disturbi di altro genere, come tumori, malattie del fegato, tiroide o celiachia, e tendono a comparire in concomitanza di una malattia e in età adulta.

Le due principali tipologie di ittiosi sono:

  • Ittiosi autosomica dominante, o anche ittiosi volgare, che è la forma più diffusa. Questa patologia comporta la comparsa di squame su tutta la pelle, tranne che nelle pieghe cutanee. Si ha un maggiore benefico in climi caldi e umidi e durante l’estate, mentre l’infiammazione tende ad aggravarsi d’inverno.
  • Ittiosi X-linked, invece, è una patologia che interessa esclusivamente il sesso maschile. I primi segni compaiono già durante i primi mesi di vita e sul corpo, tranne sulla pianta di mani e piedi, si manifestano squame gialle, brune o nere.

Entrambe le tipologie di ittiosi sono di origine genetica per cui è difficile trovare una terapia risolutiva, ma esistono trattamenti topici che possono alleviare i sintomi. Per le ittiosi volgari o x-linked il miglior presidio è un trattamento emolliente e molta attenzione deve essere prestata alla detersione quotidiana.

L’importanza della detersione quotidiana

Infatti, chi soffre di questa patologia, deve assolutamente prestare attenzione alla detersione quotidiana.

Utilizzare solo acqua e applicare gli oli da bagno specifici, da acquistare in farmacia, esclusivamente nelle pieghe cutanee.

È da preferire il bagno rispetto alla doccia, poiché stando immersi nella vasca le squame vengono rimosse più facilmente, ed è necessario controllare sempre la temperatura dell’acqua. L’acqua tiepida è ideale per la detersione della pelle con ittiosi.

Dopo la routine di igiene quotidiana particolare attenzione va prestata all’applicazione dei prodotti emollienti. Il trattamento delle ittiosi deve essere scelto in base alla gravità dei sintomi.

Questi trattamenti, di norma, devono essere applicati 2 volte al giorno, dopo il bagno o i lavaggi, sulla cute ancora umida, e devono essere massaggiati per circa 10 minuti. In questo modo, ci si assicura che il trattamento venga completamente assorbito dalla pelle.

Le creme indicate per il trattamento delle ittiosi sono quelle che svolgono un’azione emolliente a base di glicerolo, vaselina e paraffina liquida.

Questa miscela, infatti, permette di legare le molecole di acqua e di renderle così disponibili sulla superficie cutanea per un rapido assorbimento. In particolare, la paraffina e la vaselina catturano l’acqua limitando la sua evaporazione.

I trattamenti emollienti dermoprotettivi aiutano a ripristinare la fisiologica barriera cutanea, compromessa appunto nelle ittiosi, riducendo l’infiammazione. Per potenziare l’effetto, gli emollienti possono essere abbinati ad una terapia sistemica.

I trattamenti emollienti

Dexeryl è una crema emolliente senza profumi, coloranti e lanolina, indicata nel trattamento delle ittiosi e delle forme di xerosi, ovvero di secchezza della pelle.

La sua formulazione combina il 15% di glicerolo, l’8% di vaselina e il 2% di paraffina liquida per una texture ricca e piacevole da spalmare, disponibile in due formati, tubo e flacone, ad un prezzo conveniente, ideale per trattamenti prolungati.

Può essere applicata 1 o 2 volte al giorno sulla cute integra, evitando ferite, muscose e il contatto con gli occhi.

Il trattamento emolliente con Dexeryl non va effettuato in caso di allergia ai parabenzoato (propilparaidrossibenzoato).

Oltre a seguire una specifica detersione quotidiana ed applicare con costanza i trattamenti topici emollienti, chi soffre di ittiosi deve prestare particolare cura anche nella scelta dei vestiti: i tessuti sintetici o la lana, infatti, possono aggravare i sintomi.

Meglio preferire, quindi, materiali naturali e traspiranti come cotone e lino.

 

Consigliato

CATRICE Novità PrimaveraEstate2016

A pure desire for life, questa è CATRICE cosmetics

Il marchio di cosmetici irrompe nella stagione Primavera/Estate 2016 con questo straordinario concetto! A pure …