20 ottobre, 2018
Home / Medicina / Corpo / I sintomi più comuni della gravidanza
gravidanza

I sintomi più comuni della gravidanza

Una delle gioie più grandi della vita è la nascita di un figlio. Ma il percorso che precede questo lieto evento è lungo e spesso pieno di ansie e paure. E’ importante quindi vivere la propria gravidanza serenamente settimana per settimana, facendosi trovare preparate.

I primi sintomi

Prima ancora di fare il test di gravidanza, alcune donne già si rendono conto di essere in dolce attesa. La loro non è solamente una sensazione, ma è anche un’attenzione particolare a saper riconoscere i principali sintomi.
– amenorrea: il sintomo sicuramente più evidente è l’amenorrea, ovvero la mancanza di mestruazioni. Se si ha un ciclo regolare già questo potrebbe essere un ottimo segnale.
– tensione al seno: altro sintomo molto comune è la cosiddetta tensione al seno, che risulta fin da subito essere più sensibile al tatto e dolorante.
– crampi addominali: nei primissimi giorni successivi al concepimento alcune donne sentono dei leggeri crampi all’altezza dell’utero. Questo potrebbe essere un ottimo segnale perché significherebbe che l’embrione si sta impiantando sulle pareti dell’utero.
– stanchezza: se pur non facendo una vita di eccessi si prova più stanchezza del solito potrebbe dipendere dall’aumento improvviso degli ormoni.
– sensazione di fame: l’aumento degli ormoni potrebbe provocarvi anche improvvisi attacchi di fame e di conseguenza potreste voler mangiare più del solito. In questo caso è consigliabile evitare patatine, merendine o cose del genere, preferendo cibi più sani.

L’accertamento della gravidanza

Quelle che potevano sembrare sensazioni si trasformano in veri e propri sintomi solamente dopo che il test di gravidanza avrà dato esito positivo.
Da qui in poi inizia un lungo e bellissimo percorso in cui avverranno parecchi cambiamenti.
Il primo trimestre: è sicuramente il periodo più delicato, è infatti proprio durante queste settimane che potrebbero esserci eventuali aborti spontanei. C’è da dire che solitamente dipendono da una seleziona naturale, e che quindi se la natura valuta anomalie agisce di conseguenza. Le future mamme in questo periodo dovranno evitare qualsiasi tipo di stress, cercare di fare una vita sana e assumere acido folico. Ovviamente saranno banditi fumo e alcol che potrebbero provocare anche gravi problemi al feto. Eventuali piccole perdite ematiche sono più che normali, ma non esitate a rivolgervi al vostro medico se questo vi farà sentire più sicure.
Il secondo trimestre: il vostro corpo sta iniziando a modificarsi considerevolmente, e se prima si trattava di piccoli cambiamenti che notavate solo voi, ora saranno evidenti a tutti. E’ considerato da molte donne il periodo migliore perché non si hanno più le ansie del primo trimestre e ancora non sono arrivati l’affaticamento e l’aumento di peso del terzo.
Il terzo trimestre: è considerato il più faticoso, anche se giorno dopo giorno il traguardo risulta essere sempre più vicino. Per il bambino è una fase fondamentale perché all’interno della placenta si completa il suo sviluppo. Le future mamme si sentiranno sempre più stanche, probabilmente avranno anche le gambe e i piedi gonfi, ma questo è del tutto normale. Il consiglio che vi darà qualsiasi medico è di assecondare i vostri bisogni senza strafare. Cercate di stare il più possibili rilassate, in fondo tra qualche settimana la cicogna vi farà visita.

 

gravidanza

Consigliato

Wizzo: la recensione del primo idroscopino a energia umana

L’affermarsi di una spiccata sensibilità ecologica nelle case degli italiani rappresenta il fenomeno del momento, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.