Blog Benessere Logo Blog Benessere
Sieri per couperose: quali sono i più efficaci e come sceglierli?

Sieri per couperose: quali sono i più efficaci e come sceglierli?

By Redazione BlogBenessere

Gennaio 05, 2022

Sieri per couperose: quali sono i più efficaci e come sceglierli?

Chi soffre di couperose sa bene tutti i fastidi da sopportare e, soprattutto, quanto sia delicata la propria pelle. Il problema si manifesta con rossori a chiazze, in particolare nella regione naso/guance, il tutto causato da una vasodilatazione del microcircolo locale che comporta fastidio a livello estetico e sensazione di calore e bruciore della pelle.

L’importanza di utilizzare prodotti cosmetici idonei è di fondamentale importanza nel prevenire il manifestarsi del problema e preservare la salute della cute, di per se molto delicata.
La cosmesi ci aiuta con creme e sieri viso appositamente formulati la cui applicazione quotidiana migliora notevolmente le condizioni della pelle.

Questi prodotti agiscono principalmente su tre livelli:

– azione anti-infiammatoria
– azione lenitiva
– azione decongestionante

Affinché vengano seguiti correttamente tutti i passaggi di un’adeguata skincare bisogna saper scegliere i prodotti giusti sia per la detersione che per l’idratazione.
In questo articolo trattiamo il secondo step, ovvero l’idratazione.

Una pelle delicata come quella soggetta ad arrossamenti necessita di un prodotto che vada ad agire in profondità, che apporti idratazione ma al tempo stesso vada a lenire l’infiammazione e ridurre così il fastidio. Il cosmetico che risponde a tutte queste caratteristiche è il siero viso.
La peculiarità di questo cosmetico sta nella formula: è un concentrato di attivi capace di penetrare negli strati più profondi della cute, rigenerandola. Viene solitamente abbinato ad una crema da applicare successivamente, in particolare per le pelli secche e delicate, in tal modo ne potenzia l’azione.

Il siero viene formulato per trattare diversi tipi di pelle e risolvere diversi fastidi risultando così un prodotto molto specifico e personale.
Per una pelle delicata il siero può davvero fare la differenza migliorando compattezza e luminosità della cute e riducendo i fastidi tipici che la caratterizzano. Il siero viso formulato per pelle sensibile va applicato due volte al giorno: al mattino e alla sera dopo un’accurata detersione con detergenti non schiumogeni e prima della crema abituale.

Tra le pelli delicate troviamo quelle soggette a couperose. In questo caso gli attivi utilizzati sono diversi: tra i più quotati troviamo fitocomplessi e vitamine.
Molti sieri viso per couperose agiscono direttamente sul microcircolo rafforzando le pareti venose ed evitando eccessiva vasodilatazione. Tra le sostanze più usate in queste formule troviamo estratti vegetali dall’azione drenante e vasotonica quali:

– Mirtillo
– Rusco
– Centella Asiatica
– Ippocastano
– Liquirizia

Queste rappresentano sicuramente gli ingredienti che maggiormente si ritrovano in formula e che costituiscono la parte attiva del siero. Ovviamente la stessa matrice del prodotto deve essere attentamente studiata per favorire la penetrazione degli attivi e permettere di agire dall’interno. Il siero, infatti, deve veicolare le sostanze funzionali affinché possano raggiungere gli strati più profondi della cute ed esplicare al meglio la loro azione.

I sieri per couperose oltre a preservare la salute del microcircolo devono anche lenire e disarrossare la pelle; ecco perché vengono spesso arricchiti con sostanze dal potere calmante. Tra questi molto usato è il Bisabololo ricavato dalla camomilla, noto per le sue proprietà addolcenti e lenitive.
Un altra pianta che viene utilizzata per il trattamento della couperose è la calendula. Questa agisce come un vero e proprio anti-infiammatorio grazie alla presenza di Triterpeni contenuti nella pianta stessa. Tale azione permette di ridurre il rossore e la sensazione di calore della pelle affetta da couperose; l’effetto decongestionante è immediato e percepibile già dopo le prime applicazioni del siero.

Anche le vitamine giocano un ruolo importante nel trattamento della couperose. Molti sieri viso sfruttano l’azione lenitiva e disarrossante della vitamina E e della vitamina C per trattare i rossori della pelle. Trattasi di due vitamine dal forte potere antiossidante che proteggono le cellule dal danno arrecato da radicali liberi e da agenti atmosferici. Inoltre, la comprovata azione anti-pollution, in particolare della vitamina E, la rende un’ottimo schermo protettivo dall’aggressione di inquinamento e smog.

Ecco perché quasi tutti i sieri per couperose che si trovano sul mercato oggi vengono arricchiti con questo attivo e spesso la troviamo in combinazione con la vitamina C che va a potenziarne l’azione.
Quest’ultima ha un buon potere schiarente ed illuminante, andando ad agire principalmente sul colorito, nonché azione antiossidante e protettiva del microcircolo andando a ridurre edema e vasodilatazione.

Molti sieri viso contengono come ingrediente attivo, l’estratto di Ginkgo Biloba che agisce a livello della circolazione. Il Ginkgo viene molo utilizzato per la sua azione di fluidificare il sangue e risulta un ottimo adiuvante nel trattamento della couperose, solitamente associato ad altre sostanze.
Restando nel mondo vegetale troviamo l’estratto di Vite rossa dall’azione protettiva dei capillari e antiossidante. I sieri a base di questo estratto sono tra i più diffusi soprattutto per la riscoperta che si è avuta negli ultimi anni dei benefici di questa pianta. Essa contiene il Resveratrolo considerato tra i più potenti antiossidanti presenti in natura, eccellente attivo anche per trattare l’infiammazione vascolare scatenata dalla couperose.

In ultimo ma non per importanza vi è l’utilizzo di un filtro solare tutto l’anno. La pelle soggetta a rossori risulta molto più suscettibile ai danni dei raggi UV e necessita, dunque, di maggiore protezione rispetto ad una pelle normale. Utilizzare ogni giorno un siero con un valore di SPF di almeno 30, permette di ridurre al minimo gli arrossamenti causati dai raggi solari. Il filtro solare va, infatti, a schermare i raggi UV per riflessione o assorbimento e protegge in tal modo le cellule cutanee da possibili danni e reazioni avverse.

La prima risposta della cute ad un’esposizione massiva ed incontrollata ai raggi solari è l’infiammazione; questa, in una pelle delicata si manifesta in tempi estremamente ridotti scatenando vasodilatazione, arrossamento e bruciore. Se la pelle viene protetta applicando un siero con SPF, riesce a preservare il suo naturale colorito e il suo stato di salute.



Redazione BlogBenessere

BlogBenessere.net è il magazine dedicato alla salute e al benessere. Cure e rimedi per le malattie più comuni, le paatologie rare, le diete migliori e i suggerimenti per mantenersi in forma, anche con gli esercizi di attività fisica più idonei, i consigli per vivere in modo salutare.

Related articles

lavoro

Freelance e benessere: 5 metodi per ridurre lo stress

Settembre 18, 2023

lavoro

Cosa sono i disturbi alimentari?

Marzo 02, 2023

lavoro

Come scegliere una casa di riposo: alcuni utili consigli

Gennaio 30, 2023