15 novembre, 2018
Home / Bellezza e Benessere / Metodo Stamina: genitori denunciano Davide Vannoni per truffa
Un filantropo. Si diceva. Ebbene, un’altra notizia si aggiunge a quella dell’assenza di cellule staminali nel ‘metodo’ Stamina: una famiglia ha denunciato alla[...]


Metodo Stamina: genitori denunciano Davide Vannoni per truffa

Un filantropo. Si diceva. Ebbene, un’altra notizia si aggiunge a quella dell’assenza di cellule staminali nel ‘metodo’ Stamina: una famiglia ha denunciato alla Procura di Torino per truffa Davide Vannoni, il discusso presidente della Stamina Foundation.

I genitori di una bambina di 11 anni, affetta da “paralisi cerebrale infantile”, nel 2009 hanno infatti speso 40mila euro per provare a curarla, senza risultato ovviamente. La mamma di Simona (nome di fantasia) ha raccontato al quotidiano La Stampa:

“Perché un genitore è pronto a tutto per salvare il proprio figlio, anche a indebitarsi con le banche. E quando scopri che erano tutte falsità, non soffri tanto per i soldi buttati via, ma per i sogni infranti di tua figlia. La mia è stata illusa: secondo il professor Vannoni oggi Simona dovrebbe correre, e invece è com’era prima. Non autosufficiente e bisognosa di una persona sempre accanto che si occupi di lei”

Dopo aver sentito parlare del ‘metodo’ la donna si è rivolta a Vannoni che, dopo averle mostrato un video in cui un uomo in carrozzina si alzava e camminava, le avrebbe anticipato subito il costo della cura:

“La prima cosa che il professore mi ha chiesto sono stati i soldi: me lo ha detto chiaro e tondo. All’inizio 36 mila euro in due tranche, una da 27 mila, la seconda da 9. Poi altri 4 mila per gli avvocati per il ricorso ad ottenere il riconoscimento dell’assistenza sanitaria”

Come è facile immaginare, un genitore farebbe di tutto per i propri figli, e la donna ha dovuto chiedere un prestito in banca.

Simona in seguito è stata sottoposta alla ‘cura’, durante la quale è stata anche male. Da Gravedona (in provincia di Como), dove la bambina ha subìto il carotaggio osseo, all’iniezione, effettuata dal dottor Marino Andolina all’ospedale Burlo Garofalo di Trieste: un viaggio della speranza che però non ha dato nessun esito positivo. La piccola infatti, che allora aveva 7 anni, dopo la puntura vomitava di continuo e una volta rientrati a Torino la mamma l’ha dovuta portare in ospedale – dove non ha detto nulla della ‘terapia’ -. Una seconda puntura è stata poi somministrata a Brescia, dopo un nuovo carotaggio. Senza risultato.

Intanto il 12 dicembre scorso il tribunale dell’Aquila ha dato il via libera al ‘metodo Stamina’ per Noemi, la bimba di 18 mesi di Guardiagrele, in provincia di Chieti, affetta da atrofia muscolare spinale. I genitori, come mostrato dalla trasmissione che ha portato alla ribalta tutto il caso, l’ avevano persino portata dal Papa, per chiedere al Santo Padre un’intercessione pro Stamina.

Metodo Stamina: genitori denunciano Davide Vannoni per truffa é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 11:54 di giovedì 19 dicembre 2013. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Consigliato

Chirurgia maxillo facciale: il post operatorio

Le indicazioni terapeutiche degli interventi di chirurgia maxillo facciale sono numerose: questa particolare branca della …