La congestione digestiva è una sorta di blocco intestinale, causato dall’introduzione di bevande troppo fredde o dall’esposizione del corpo stesso a un’escursione termica eccessiva (un bagno dopo aver mangiato), tale da rallentare l’afflusso di sangue all’addome.

Che cosa comporta? E soprattutto come si può curare con rimedi naturali?

In caso di congestione digestiva sarebbe sempre meglio chiamare il medico o i soccorsi.

È vero che se si tratta di una forma lieve è possibile curare il disturbo a casa con qualche rimedio naturale o casalingo molto rapido. La prima cosa da fare è quello di riconoscere il problema.

Quali sono quindi i sintomi? Sicuramente il dolore addominale, la nausea e anche il vomito sono i primi segnali.

Spesso sono accompagnati da brividi, annebbiamento della vista, dolore al torace, vertigini e mal di testa. In alcuni casi, può esserci anche febbre, che tenderà a sparire immediatamente dopo aver superato lo choc. Come si può curare? Prima di tutto, la persona malata deve ritirarsi in un posto fresco, all’ombra e possibilmente ventilato.

Si consiglia di sdraiarlo e di alzargli le gambe. Sono molto ultime anche delle spugnature, fatte con dell’acqua fresca e nei punti più importanti come la nuca, i polsi, le caviglie, mentre la pancia va coperta con una maglia e tenuta al caldo.

Si consiglia poi di idratare il paziente, con piccoli sorsi d’acqua e zucchero o anche con qualche cucchiaino di tè o di camomilla.

Si presta molto bene anche una bella tisana alla menta o se il malato ha una nausea molto forte, anche dell’acqua calda con una scorzetta di limone.