14 novembre, 2018
Home / Bellezza e Benessere / Carenza di ferro: ecco i sintomi
Carenza di ferro

Carenza di ferro: ecco i sintomi

Carenza di ferroTantissimi di noi, inclusi coloro che generalmente godono di un’ottima salute, possono incappare nell’ostacolo “ferro”. Anche i meno esperti in materia sanno che questo elemento è importantissimo per la nostra salute: ad esso è infatti legata la produzione di emoglobina, una proteina a sua volta essenziale per il trasporto dell’ossigeno in tutto il corpo.

Se il nostro organismo non ne produce abbastanza, nel peggiore dei casi si può arrivare a gravi malattie come l’anemia. Ma come capire se anche noi siamo a rischio? Innanzitutto, consideriamo il nostro stile di vita, partendo dall’alimentazione.

Non solo per chi non consuma prodotti di derivazione animale, bensì per tutti coloro che tengono alla propria salute a tavola, è importante che la nostra dieta sia ricca di legumi – stracarichi di ferro – e di frutta, che con le sue vitamine ci permette di assimilare meglio questo metallo fondamentale per il nostro benessere.

Un altro problema può essere dato da cicli mestruali molto abbondanti. Se perdiamo molto sangue durante questi particolari giorni, il nostro corpo potrebbe non essere in grado di ripristinare il suo livello per intero. Se pensate di avere questo problema già da qualche mese, consultate il medico.

Per le ragazze, inoltre, soprattutto quelle che conducono una vita molto movimentata, la sensazione di stanchezza alla fine di una giornata lunga può essere normale, ma fino a un certo punto. Tra i sintomi di una carenza di ferro, infatti, vi sono spossatezza, irritabilità e debolezza. Controllate i vostri valori sanguigni se queste sensazioni si presentano troppo spesso nel corso della sera.

Inoltre, se avete un buon fisico e siete generalmente in salute, attività quali fare le scale o portare a spasso il cane non dovrebbero causarvi alcun affaticamento. Se invece notate di avere il fiatone non appena fate due passi più veloci del solito, il problema anche in questo caso può essere una mancanza di ferro. Anche l’aspetto fisico può risentire di questo deficit.

Se siete particolarmente pallidi in volto, per esempio, significa che l’emoglobina – che dona alle cellule del sangue il loro colore rosso – non sta funzionando come dovrebbe. Anche perdere troppi capelli è tra i sintomi, così come un cambiamento nel colorito della lingua. Tenetela d’occhio se vi sembra di avere uno o più dei problemi di cui abbiamo parlato.

Tra gli stati d’animo vi sono anche ansia, mal di testa e la sindrome RLS (sindrome delle gambe senza riposo). Per le donne incinte, è possibile invece sviluppare problemi di ipotiroidismo (un deficit degli ormoni tiroidei) o una infiammazione intestinale. Se pensate di avere sintomi come questi, è bene rivolgersi al medico per un check-up.

Nel frattempo, ad ogni modo, aggiungete cibi ricchi di ferro alla vostra alimentazione, per esempio gli spinaci, i ceci, le lenticchie e le noci, oppure acquistate qualche integratore per un effetto più immediato.

Consigliato

Chirurgia maxillo facciale: il post operatorio

Le indicazioni terapeutiche degli interventi di chirurgia maxillo facciale sono numerose: questa particolare branca della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.