Blog Benessere Logo Blog Benessere
Come Vedono i Daltonici?

Come Vedono i Daltonici?

By Redazione BlogBenessere

Febbraio 26, 2021

Come Vedono i Daltonici?

Il daltonismo è un difetto della vista che coinvolge la percezione dei colori, che vengono visti in maniera alterata.

Deficit di natura genetica – alla base c’è il cromosoma X – è stato descritto per la prima volta scientificamente da John Dalton nel 1974.

Quando si parla di daltonismo, è necessario ricordare l’esistenza di diverse tipologie, comunque correggibili ricorrendo all’ausilio di occhiali da vista firmati che garantiscono la qualità delle lenti oltre che della montatura.

Questi tipi di anomalie visive si distinguono in:

  1. Protanopia: in questo caso, si ha a che fare con la cecità verso il primo dei colori fondamentali, ossia il rosso.
  2. Deuteranopia: chi soffre di tale tipologia di daltonismo ha a che fare con la cecità per il secondo dei colori fondamentali, vale a dire il verde.
  3. Tritanopia: in questo frangente, parliamo della cecità per il terzo colore fondamentale, ovvero il giallo/verde.

Detto questo, possiamo entrare nel vivo della risposta a una domanda estremamente diffusa: come vedono i daltonici?

Nelle prossime righe di questo articolo, puoi trovare tutte le informazioni in merito.

Daltonismo: come vede chi vive in prima persona questo difetto?

Nel momento in cui ci si chiede come vedono i daltonici, è necessario cercare di comprendere come vedono i colori le persone che non vivono in prima persona il difetto a cui stiamo dedicando questo articolo.

Quando si parla della percezione dei colori da parte degli occhi dei non daltonici, è necessario chiamare in causa due tipologie di cellule presenti nella retina:

  • Coni
  • Bastoncelli

Nel caso specifico dei coni, si può parlare di diverse varietà.

Quando le loro funzioni sono assenti, si ha a che fare con problematiche nella percezione di determinati colori.

Giusto per fare un esempio concreto, rammentiamo che, nelle situazioni in cui è assente la funzione di tutti e tre i coni, si ha a che fare con l’acromatopsia, ossia l’incapacità totale di percepire i colori (si tratta di una condizione differente dal daltonismo che, come già accennato, si contraddistingue per una percezione alterata delle varie cromie).

Test per daltonici

Proseguendo l’esplorazione delle peculiarità della percezione dei colori da parte dei daltonici, un doveroso cenno deve essere dedicato alle tavole che permettono di diagnosticare questo difetto.

Ecco quali sono e come, quando le si utilizza, si capisce se una persona è daltonica o no:

  • Tavole di Ishihara: utilizzate in passato per controllare l’adeguata percezione dei colori da parte dei soldati dell’esercito giapponese, sono 38 e si contraddistinguono per la presenza di numeri camuffati su uno sfondo colorato con cromie differenti ben distinte l’una dall’altra per chi non soffre di daltonismo. Chi invece ha questo difetto, non riesce a percepire correttamente i colori (sì, si tratta del test più famoso, che tantissime persone hanno fatto “per gioco” anche online).
  • Test di Farnsworth: in questo caso, la persona sottoposta alla procedura di testing viene invitata a mettere in ordine, sulla base del criterio dell’intensità di tono cromatico, diversi dischetti del medesimo colore.

Fondamentale è ricordare che le opzioni appena elencate sono solo alcune delle alternative da chiamare in causa quando si dettagliano i test per il daltonismo.

Un approccio eminentemente specialistico degno di nota è l’elettroretinogramma, esame grazie al quale l’oculista ha la possibilità di registrare, dando vita a un vero e proprio tracciato, i potenziali elettrici generati dalla retina dell’occhio umano colpita da una stimolazione luminosa.

Il daltonismo si può correggere con gli occhiali?

La domanda “come vedono i daltonici?” è diffusa e si può dire altrettanto degli interrogativi relativi alla possibilità di correggere questo difetto con gli occhiali.

La ricerca scientifica in ambito oculistico ha raggiunto traguardi molto importanti negli ultimi decenni e, oggi come oggi, è possibile farsi prescrivere dallo specialista lenti in grado di filtrare in maniera selettiva le lunghezze d’onda della luce.

Grazie ad esse, tantissimi daltonici possono, di fatto, di indossare occhiali che permettono di vedere in maniera decisamente più netta cromie che, normalmente, non sarebbero in grado di percepire chiaramente.



Redazione BlogBenessere

BlogBenessere.net è il magazine dedicato alla salute e al benessere. Cure e rimedi per le malattie più comuni, le paatologie rare, le diete migliori e i suggerimenti per mantenersi in forma, anche con gli esercizi di attività fisica più idonei, i consigli per vivere in modo salutare.

Related articles

lavoro

Dimagrimento localizzato: le 5 regole per eliminare più velocemente i chili in eccesso

Febbraio 21, 2024

lavoro

Freelance e benessere: 5 metodi per ridurre lo stress

Settembre 18, 2023

lavoro

Cosa sono i disturbi alimentari?

Marzo 02, 2023