20 ottobre, 2018
Home / Alimentazione / Colesterolo, differenze tra buono e cattivo
colesterolo

Colesterolo, differenze tra buono e cattivo

Seguire uno stile di vita sano è fattore determinante per tenere sotto controllo il colesterolo. Le cause dell’ipercolesterolemia sono molteplici, alimentari e anche genetiche. Il colesterolo alto, superiore a 240 mg/dl, riguarda in Italia il 37% delle donne e il 34% degli uomini. Dati che indicano un’incidenza elevata di malattie a carico del sistema cardiovascolare, come infarto e ictus.

I rischi conseguenti l’ipercolesterolemia sono spesso sottovalutati. È necessario, invece, conoscere i pericoli così da adeguare il proprio stile di vita adottando un’alimentazione equilibrata e praticando attività fisica. Come prima cosa è importante misurare i valori del colesterolo. Questo è possibile con una semplice analisi del sangue. I risultati informano su tre parametri, il colesterolo totale, il colesterolo LDL (cattivo) e il colesterolo HDL (buono). Dal rapporto fra colesterolo totale e HDL si ricava l’indice di rischio cardiovascolare che deve essere inferiore a 5 per gli uomini e a 4.5 per le donne.

I valori ideali del colesterolo totale devono essere inferiori a 200 mg/dl. Sopra i 240 mg/dl il valore è elevato e rappresenta un rischio. Circa l’HDL, è considerato buono un valore compreso tra 50 e 59 mg/dl e ottimo quello superiore a 60 mg/dl.

Uno stile di vita sano, abbiamo detto, è fondamentale nel controllo dei livelli di colesterolemia. L’obiettivo è aumentare il colesterolo buono che ha il compito di tenere puliti i vasi sanguigni. Per questo è importante curare l’alimentazione. È consigliabile eliminare o limitare gli alimenti di grasso animale e preferire il consumo di verdura e frutta.

colesterolo

Un aiuto per abbassare il colesterolo viene anche da Danacol. Questa bevanda è a base di steroli vegetali. Si tratta di sostanze grasse di origine vegetale presenti in frutta secca e oli vegetali, ma anche in verdura e nella frutta fresca. Una bottiglietta di Danacol contiene 1,6 mg di steroli vegetali. Studi hanno dimostrato che, bevendolo ogni giorno per tre settimane, riduce il colesterolo fino al 10%.

Mangiare cibi ricchi di fibre vegetali favorisce l’abbassamento del colesterolo. Da privilegiare, insieme a verdura e frutta, i cereali e i legumi. Per i condimenti è preferibile usare l’olio extra vergine di oliva e di semi, evitando il burro.

Consigliato

4 strategie (funzionanti) per perdere subito i tuoi kg di troppo

4 strategie (funzionanti) per perdere subito i tuoi kg di troppo

Sei sempre alla ricerca dell’ultimo segreto o ritrovato in grado di farti perdere i tuoi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.