15 novembre, 2018
Home / Bellezza e Benessere / Acido urico nel sangue, cosa significa se è alto o basso?
L’acido urico è un valore che va tenuto controllato, soprattutto se c’è il sospetto di calcoli o di gotta. Che cos’è e che cosa significa se è alto o basso? L’acido urico è una sostanza[...]


Acido urico nel sangue, cosa significa se è alto o basso?

L’acido urico è un valore che va tenuto controllato, soprattutto se c’è il sospetto di calcoli o di gotta. Che cos’è e che cosa significa se è alto o basso?

L’acido urico è una sostanza prodotta dalle degradazioni delle purine, che sono delle basi azotate che costituiscono il DNA. Questo prodotto organico circola liberamente nel sangue ed è in parte legato alle proteine di trasporto.

Si occupa di smaltire questo acido il rene, che ogni giorno ne elimina circa 400 mg attraverso le urine ed altri 200 mg attraverso le secrezioni digestive, come la bile, e il sudore.

Perché si misura? Ovviamente per capire se il rene sta lavorando correttamente. I valori di riferimento, considerati normali, per lui sono tra i 3,4 e 7 mg/dl, mentre per lei 2,4 e 6,5 mg/dl.

Possiamo però trovarci in situazioni particolari al ritiro dei nostri esami e notare che l’acido urico è alto o basso. Quando è alto? Si parla di iperuricemia oltre i 7 mg e ovviamente indica una funzionalità ridotta del rene, la possibilità che si sia manifestata la gotta o che il corpo stia combattendo contro ustioni, psoriasi o magari tumori (purtroppo può essere anche una conseguenza della radioterapia o della chemioterapia).

Al contrario si parla di livelli bassi se gli esami segnalano un valore sotto i 3 mg. In questo caso le patologie che si nascondo possono essere banalmente un lungo digiuno, magari l’abuso di alcol o di particolari terapie farmacologiche (cortisone o ormoni).

Ci sono anche cause più gravi come anemie, morbo di Hodgkin e mieloma. Non bisogna assolutamente spaventarsi e considerare che l’unico modo per avere un quadro specifico è quello di far leggere i risultati a un medico, che magari avrà bisogno di prescrivere qualche altro test diagnostico prima di elaborare una diagnosi e una terapia.

Consigliato

Chirurgia maxillo facciale: il post operatorio

Le indicazioni terapeutiche degli interventi di chirurgia maxillo facciale sono numerose: questa particolare branca della …